Impianti Antincendio di Spegnimento Automatico

Impianti di Spegnimento Automatico

I sistemi di spegnimento automatico di incendio hanno la funzione di spegnere e contenere un incendio, evitando, nel limite del possibile, l’intervento dell’uomo.

Supportiamo il cliente in ogni fase di realizzazione di questi sistemi antincendio: dalla fase iniziale del progetto, alle attività di manutenzione semestrali obbligatorie.

I nostri servizi:

Progettazione e Dimensionamento impianti di spegnimento automatico antincendio;

Installazione impianti con rilascio di dichiarazione di conformità normativa (collaudo antincendio);

Assistenza tecnica e manutenzione impianti spegnimento (gas ed acqua) comprensiva di redazione registro di manutenzione.

Spegnimento Automatico a Gas

I sistemi di spegnimento automatico a gas, nascono per proteggere i locali CED e gli archivi cartacei.

Impianto antincendio Spegnimento Gas

Spegnimento Automatico ad Acqua

I sistemi di spegnimento automatico ad acqua (sprinkler), nascono per proteggere grandi depositi

manutenzione impianto antincendio spegnimento automatico a pioggia

Contattaci per saperne di più:

Sono richiesti i campi contrassegnati con *

    Nome e cognome*

    Indirizzo e Città

    Email*

    Telefono*

    Messaggio

    COSA È UN IMPIANTO DI SPEGNIMENTO AUTOMATICO? COME SI COMPONE?

    I sistemi antincendio di spegnimento automatico hanno la funzione di spegnere e contenere un incendio senza l’intervento dell’uomo. L’impianto di spegnimento automatico è composto da sistemi di stoccaggio dell’agente estinguente (liquido o gassoso) e da una rete di tubazioni che terminano con ugelli erogatori. Gli impianti con agenti estinguenti quali gas o schiuma vengono stoccati in batterie di bombole, mentre in caso di liquidi (acqua, watermist, ecc) è necessario un impianto idrico a supporto del sistema antincendio.

    Questi impianti vengono installati in ambienti in cui i beni contenuti hanno un alto valore oppure vi è un rischio elevato di incendio. Ambienti sensibili potrebbero essere: i locali CED, gli archivi cartacei, aree di trattamento e stoccaggio materie prime altamente infiammabili. Rilevato e segnalato l’incendio, grazie agli impianti di rilevazione incendi opportunamente dimensionati, gli impianti di spegnimento si attivano per estinguere l’incendio e proteggere i beni e gli oggetti di valore.

    Esistono differenti tipologie di impianti a spegnimento:

     

    Impianto spegnimento automatico a Gas

    I gas utilizzati possono essere l’anidride carbonica oppure i gas inerti:

    Impianto a spegnimento automatico a CO2. Gli impianti antincendio ad anidride carbonica vengono installati in presenza di locali macchine e materie prime infiammabili, in cui ovviamente non vi operano persone (in quanto il gas Co2 risulta pericoloso per l’uomo). Il GAS Co2 è inodore e incolore. Avvenuta la scarica il Co2 tende a stratificare nell’ambiente a causa del suo peso specifico elevato. Per questo motivo entrato in funzione l’impianto di spegnimento automatico è necessario areare il locale al fine di disperdere nell’ambiente il gas, che ritorna nell’atmosfera. L’anidride carbonica non può essere utilizzata in presenza di:

    • Metalli idrati
    • Prodotti chimici a base di riserve di ossigeno, come ad esempio celluloide e nitrato.
    • Metalli reattivi (magnesio, potassio, sodio, titanio e zirconio)

    Impianto a spegnimento automatico a Gas Inerte. In base all’ambiente di installazione i gas utilizzati possono variare. Bombole impianto antincendio spegnimento GasI diversi agenti estinguenti vengono stoccati allo stato liquido in bombole sotto pressione. Al momento della scarica, i liquidi espandendosi nella tubazioni si trasformano in gas. I gas preventivamente utilizzati sono:

    • IG100, composto al 100% da azoto;
    • IG55, composto da argon e azoto in parti uguali.

    L’azoto e l’argon sono gas puri al 100%. Basti pensare che il 78% dell’aria che respiriamo è composta da questi gas. Entrambi i gas non sono nocivi né per l’ambiente (no gas serra) né per gli esseri viventi. Diversamente dal Co2 dopo la scarica non c’è nessuna nebbia e non è necessario areare l’ambiente.

     

    Impianto a spegnimento automatico a schiuma

    Gli impianti di spegnimento automatici a schiuma sono composti da batterie di bombole in cui viene stoccato l’agente estinguente. Rilevato l’incendio, la schiuma viene erogata dagli ugelli, così da soffocare le fiamme. Lo spegnimento a schiuma viene utilizzato raramente a causa del costo elevato della sostanza estinguente. Inoltre, diversamente dai gas la schiuma deve essere ripulita dopo la scarica.

     

    Impianto a spegnimento automatico ad acqua (Sprinkler)

    Gli impianti di spegnimento automatico ad acqua, denominati impianti sprinkler, proteggono grandi aree come: magazzini e depositi. Gli ugelli erogatori, cioè gli sprinkler, sono sigillati da un’ampolla termosensibile, che in caso di incendio si rompe attivando l’impianto di spegnimento. L’acqua proveniente dalla rete idrica irrora le tubazioni e fuoriesce dagli sprinkler, spegnendo le fiamme. I sistemi di spegnimento ad acqua vengono denominati a diluvio poiché l’erogazione dell’acqua dagli sprinkler, cioè “spruzzatori” ricorda il fenomeno della pioggia. Considerando le condizioni di installazione, l’ambiente, i rischi e i beni da proteggere possono essere installati diverse tipologie di impianti di spegnimento a pioggia:

    • Impianto Sprinkler a Umido. Si chiamano “ad umido” poiché l’acqua è stoccata in pressione nelle tubazioni del sistema antincendio;
    • Sistema Sprinkler a Secco. Diversamente dal precedente la rete di tubazioni è vuota e solamente all’attivazione viene irrorata dall’acqua;
    • Impianto Sprinkler A Diluvio. Le tubazioni sono vuote e gli ugelli sono sempre aperti. Rilevato l’incendio l’impianto a diluvio eroga l’acqua;
    • Sistema Sprinkler Pre-Action. Sistemi antincendio che combinano le peculiarità dei sistemi di rivelazione e di spegnimento;
    • Impianto Sprinkler “Large Drop”. Sprinkler particolari consentono l’erogazione di gocce di grandi dimensioni;
    • Sprinkler ESFR. La sigla corrisponde a “spegnimento anticipato e risposta rapida”. Questi impianti hanno un volume ed una velocità di erogazione di acqua superiore ai precedenti.

    (Per saperne di più sugli impianti sprinkler elencati, clicca qui)

    Elettron manutenzione sprinkler Brescia